0

Next New Media

Next è un incubatore di professionalità della comunicazione: dal giornalismo alla programmazione Web fino al videomaking e ai visual effects. Il nostro progetto nasce nel 2011 da un gruppo di professionisti con anni di esperienza nelle principali testate italiane  e con l’obiettivo di fare squadra per offrire prodotti sempre più ampi e competitivi. Noi crediamo che l’approfondimento giornalistico sia di fronte a un cambiamento epocale e che Internet offra grandi possibilità per fornire un’informazione più ampia e completa sperimentando linguaggi nuovi. Next è uno spazio inclusivo aperto a nuove idee e progetti. Scriveteci!

La Rassegna Stampa del nostro WebDoc #DissestoItalia

Dal 6 febbraio è online #DissestoItalia, ecco chi ne ha parlato e dove.

 

Portfolio – Ultimi lavori

Cosa facciamo

web-docWeb Doc

videoVideo

campagneCampagne d’informazione


social-mediaSocial Media

radioWeb Radio

newsNews


fotoFoto

infograficheInfografiche

editoriaEditoria Digitale


Abbiamo lavorato con

unicef
legamabiente
vedro
ministero-del-turismo

radio-colonna
architetti
italiacamp
antigone

sorgente
Logo_geologi
logoCuammBiancotrasp

magistratura_democratica

cittadinanzattiva-logo
ANCE BIANCO NEXT SITO
corriere_bianco

Il Team

Andrea Battistuzzi

andrea battistuzziFosse per lui starebbe in redazione fino a tarda notte a montare video e scrivere di argomenti noiosissimi, se non fosse che a casa lo aspetta il più feroce dei gatti, Hobbes, ai cui amici a quattro zampe offre quotidianamente ospitalità e croccantini. Giornalista professionista, sognava di fare il fotografo ma è finito a scrivere di economia e di politica estera. E’ innamorato di Brooklyn, dove ha vissuto due anni mentre lavorava come corrispondente dagli Usa per Apcom e il Gruppo 24 Ore.

Dall’America ha imparato che: si possono usare le scarpe da ginnastica sotto la cravatta e che le idee, anche le più ambiziose, non nascono quasi mai sconfitte in partenza. Ha un’attrazione fisica per la mazzetta dei giornali la mattina ma da qualche anno preferisce di gran lunga il New York Times online rispetto alla versione cartacea. Ha un debole per i dolci al cioccolato e si vanta di cucinare la migliore Sacher Torte che si incontri a sud del Danubio.

Ha iniziato a 19 anni come impiegato in Rai e negli anni ha scritto tra gli altri per: ItaliaOggi, Diario, il Gruppo 24 Ore, Apcom, LibroAperto e Il Sommelier. Nel 2011 ha fondato NEXT, insieme a un inossidabile gruppo di colleghi che sopportano i suoi sfoghi quotidiani sulle lungaggini italiane e sui mezzi pubblici romani.

Tiziana Guerrisi

tizianaRomana di nascita, napoletana di origine. Le piace scrivere, raccontare storie. Approfondire. Cosa che ha iniziato a fare nel 2006 al Manifesto, primo quotidiano su cui ha scritto attraverso l’allegra brigata dei colleghi di Lettera22 di cui fa parte dal 2006. E di cui è fieramente socia dal 2010.

Da un po’ di anni ha una passione per i romanzi iraniani. Voleva studiare farsi ma poi ha dirottato sull’arabo classico che si ripromette di tornare a studiare al più presto. Per un periodo ha vissuto e lavorato in Francia dove torna molto volentieri di tanto in tanto. E’ un fenomeno a ping pong e a biliardino, non a caso è medaglia d’oro al torneo di calcio balilla disputato tra i colleghi della Scuola di giornalismo romana di Tor Vergata insieme alla formidabile collega Arianna Pescini.

Negli anni ha collaborato con la Repubblica, il Messaggero, Italia Oggi, il Manifesto, i quotidiani locali del Gruppo Espresso, Terra, Diario della settimana, Radio popolare Roma, LaPresse. Scrive per il Fatto quotidiano online e ha lavorato presso la redazione esteri di Tmnews.

Diritti, lavoro e cooperazione allo sviluppo sono una passione. Motivo per cui dal 2010 fa parte della rete Afgana.org che insieme ai partner afgani ha organizzato la prima Conferenza internazionale della società civile afgana a Roma nel maggio del 2011. Sempre nel 2011 passa al multimediale e fonda, insieme a prodi colleghi, Next New Media.

Federico Formica

Federico FormicaSi ritiene un personaggio piuttosto scostante. Tuttavia, un paio di fissazioni gli sono rimaste (fino ad ora) sempre appiccicate addosso. Una: il giornalismo, che in fondo altro non è che cercare e raccontare storie. Vere, possibilmente. L’altra: il non avere padroni. Esercizio, questo, assai poco remunerativo ma in fondo ancora abbastanza divertente perché ne valga la pena.

Potete facilmente trovarlo intento in una di queste occupazioni: inchiodato a un computer (non un Mac, un computer) a rimettere a posto appunti, su un programma di montaggio video o intento in una carriera di Football Manager. In un luogo aperto a intervistare qualcuno o a cercare l’inquadratura perfetta che non c’è (o meglio, ci sarebbe pure ma non è in grado di trovarla), meglio ancora se insieme a un falso-burbero romagnolo. In un luogo aperto, ovunque a condizione che le strade siano sterrate, con un panino nello zaino insieme a un bizzarro personaggio che chiameremo K. Oppure nei pressi di una discarica.

Ha pubblicato video-inchieste (o scritto) per L’Espresso, Repubblica.it, National Geographic Italia, Wired Italia, Current TV, il Venerdì di Repubblica, Kataweb, il Centro. Vede in questa bio una buona occasione per menar vanto di: aver vinto la menzione d’onore al premio giornalistico Eretici Digitali insieme a Pasquale Filippone; aver raggiunto la finale del premio di videogiornalismo L’Anello Debole con il suo pazzo di Volterra, nel 2010.

Pietro Snider

Pietro SniderDa piccolo sognava di fare il pilota di caccia ma poi ha preferito dedicarsi alla cooperazione internazionale, che ha studiato all’università, e alla fotografia. Ha realizzato il suo primo reportage in Nicaragua durante un progetto di sviluppo e da allora non ha più lasciato la sua Nikon.

Dopo il lavoro nelle Ong e lo studio all’università si è dedicato a gestire un laboratorio fotografico al Pigneto, a Roma. La notte è facile trovarlo a suonare la batteria nei locali romani o appostato per ore in qualche set fotografico a cercare l’inquadratura perfetta fino all’alba.

Nel tempo libero progetta scalate alpinistiche nelle quali però nessuno dei suoi compagni di cordata è in grado di stargli dietro. Sogna di scattare qualche foto dalla cima di un “ottomila” ma per ora si accontenta di seguire i progetti più ambiziosi di Next, di cui è uno dei soci fondatori.

E’ autore tra le altre cose del reportage fotografico del primo webdoc-inchiesta italiano, InsideCarceri.

.

Flaviano Bonetti

flavbassE’ cresciuto a pane ed effetti speciali studiando cinema e divorando film di Hollywood per scoprire i segreti della ripresa digitale. Adora il cinema americano ma il suo cuore batte a oriente, tra fumetti manga e judo. Ha una laurea in “Saperi e tecniche dello spettacolo digitale” all’Università La Sapienza e si è specializzato in Visual Effects Design alla scuola Gian Maria Volontè.

E’ un esperto di effetti speciali, motivo per cui a notte fonda potete trovarlo a cambiare minuscoli dettagli dei film italiani poche ore prima dell’uscita in sala, destreggiandosi tra After Effects, Nuke, Rotoscoping e Maya.

Dietro la macchina da presa ha girato cortometraggi, videoclip e parodie dei colossal statunitensi che hanno sbancato YouTube sfiorando le 20mila visualizzazioni. Tra i suoi lavori che potreste aver visto ci sono film di Ettore Scola, Rosario Errico, Fausto Brizzi e Sabina Guzzanti.

Sogna di lavorare tra Londra e Hollywood ma nel frattempo si dedica a suonare il basso nei locali di Ostia che, dice, ha poco da invidiare alla Capitale.

Stefania Arcudi

arcudiMettiamola così, le viene più facile scrivere che fare (quasi) qualunque altra cosa. Quella per le parole è una passione di vecchissima data: era stata la maestra delle elementari a dirle “farai la scrittrice”. La scrittrice no (non ancora almeno, visto che una delle sue frasi preferite è “mai dire mai”), ma la giornalista sì, anima e corpo, da quel primo articolo sul giornalino del quartiere a Milano, fino alle pagine del Sole 24Ore, a New York.

Nella Grande Mela ci è finita quasi per caso, dopo anni passati a raccontare storie dai quattro angoli del mondo per riviste del settore turistico: i treni vanno presi al volo quando passano, è una filosofia di vita. Anche all’economia e alla finanza ci è arrivata nello stesso modo, ma poi è nato l’amore e convincere i lettori che i banchieri centrali tutto sommato non sono gente così noiosa è diventata quasi una missione.

I ritmi dell’agenzia di stampa (Tmnews prima, Radiocor poi) sono ormai una parte del suo Dna (e il telefono sempre acceso una forma di ossessione), Internet e la carta stampata sono una passione.

Dall’America ha imparato che “impossible just takes longer” e, qualunque cosa ci sarà nel suo futuro, sarà questo il filo conduttore della sua vita. Ovviamente sempre con un taccuino e una penna nella borsa, non si sa mai.

Contatti

Facebook
Twitter
YouTube
Vimeo

Next New Media Srl – PI 11629911006
Piazza Farnese, 44
00186 – Roma

Telefono: +39 328 2773145
E-Mail: redazione@nextnewmedia.it

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio